Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Ritrovamento delle spoglie di un internato italiano nel cimitero dell’ex campo di concentramento di Lamsdorf (odierna Lambinowice)

Scavi coordinati dal Museo Centrale dei Prigionieri di Guerra di Opole nell’ex campo di concentramento tedesco “Stammlager 344”, ubicato nei pressi della città di Lambinowice (Polonia sud occidentale), hanno rivelato l’esistenza di fosse sepolcrali che potrebbero contenere le spoglie di una sessantina di internati appartenenti a varie nazionalità.

Dall’apertura delle prime due, fra il 12 e 19 luglio, sono state identificate grazie alla piastrina ancora leggibile le spoglie appartenenti a un internato italiano, mentre sono in corso verifiche su una seconda piastrina, fortemente deteriorata.

Una scoperta importante, che potrebbe assicurare una degna sepoltura a diversi nostri soldati caduti combattendo per l’Italia durante la Seconda Guerra Mondiale, e permettere ai familiari di avere una tomba su cui pregare. Le ricerche continueranno.” Così l’Ambasciatore d’Italia a Varsavia, Luca Franchetti Pardo, ha commentato l’individuazione del sito. “Uno speciale ringraziamento – ha proseguito l’Ambasciatore – va alla nostra Console Onoraria a Breslavia, Signora Monika Kwiatosz, e alla Direttrice del Museo Centrale dei Prigionieri di Guerra di Opole, Violetta Rezler-Wasielewska. Nei mesi scorsi mi avevano anticipato che gli scavi avrebbero potuto portare a risultati importanti, ma quanto sta emergendo supera le aspettative”.