Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

AVVISO PER LA RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI D’INTERESSE A SVOLGERE LE FUNZIONI DI CONSOLE ONORARIO A GDYNIA (POLONIA)

Data:

01/10/2019


AVVISO PER LA RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI D’INTERESSE A SVOLGERE LE FUNZIONI DI CONSOLE ONORARIO A GDYNIA (POLONIA)

Si rende noto che l’Ambasciata d’Italia a Varsavia intende procedere alla nomina di un nuovo Console onorario a Gdynia, responsabile per i voivodati di Cuiavia-Pomerania (Kujawo-Pomorskie) e di Pomerania (Pomorskie) con esclusione della Pomerania occidentale. Il Console onorario, che opererà sotto la direzione dell’Ambasciata d’Italia a Varsavia, sarà chiamato a svolgere primariamente funzioni di assistenza in favore dei cittadini italiani e tutela degli interessi italiani nella giurisdizione di competenza.

Le manifestazioni di interesse per tale incarico potranno essere inviate al seguente indirizzo di posta elettronica: ambasciata.varsavia@esteri.it, entro il 20 ottobre 2019, comprensive di: Curriculum Vitae degli interessati; fotocopia di un documento di identità; informativa sul trattamento dei dati personali (disponibile cliccando qui), debitamente compilata e sottoscritta dall’interessato. Si informa che i dati di coloro che avanzeranno la propria manifestazione di interesse saranno trattati in accordo con quanto previsto dal Regolamento (UE) 2016/679.

Si precisa inoltre che lo scopo del presente avviso è esclusivamente quello di raccogliere un più ampio numero di manifestazioni di interesse a ricoprire l’incarico in oggetto, con la finalità di effettuare una selezione all’interno di un più ampio novero di potenziali candidati. Resta d’altra parte inteso che la selezione in oggetto NON avverrà in base a procedura concorsuale né para-concorsuale. Si fa infatti presente che i funzionari consolari onorari vengono scelti dall’Amministrazione italiana competente (Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale) “fra persone preferibilmente di cittadinanza italiana, che godano di stima e prestigio e diano pieno affidamento di poter adempiere adeguatamente alle funzioni consolari” (art. 47, comma I del DPR 5 gennaio 1967, n. 18). E’ altresì opportuno informare che i candidati all’incarico devono preferibilmente avere una sufficiente padronanza della lingua italiana.

Si ricorda infine che il conferimento di un incarico per l’esercizio delle funzioni consolari onorarie non costituisce un rapporto di pubblico impiego né un rapporto di lavoro subordinato, trattandosi piuttosto di un rapporto di servizio volontario per l’espletamento di mansioni onorarie in favore dello Stato.

Il presente avviso viene pubblicato on-line oggi 1 ottobre 2019 e avrà valore sino al 20 ottobre p.v.


480