Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Elezioni Europee 2019

 

Elezioni Europee 2019

Elezioni Europee 2019

Comunicato indizione comizi elettorali

D.P.R. 22 marzo 2019

Informativa in merito al divieto di doppio voto

Indirizzi e orari delle sezioni elettorali in Polonia

Avviso importante in materia di rilascio di duplicati del certificato elettorale

Materiale informativo


Elettori che si trovano temporaneamente in un Paese membro dell’Unione Europea per motivi di lavoro o di studio

In occasione delle elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo, che si svolgeranno in tutti i Paesi membri dell’Unione Europea nel periodo compreso tra giovedì 23 e domenica 26 maggio 2019, gli elettori italiani che si trovino temporaneamente in un Paese membro dell’Unione Europea per motivi di lavoro o di studio, nonché i familiari conviventi, possono votare per i rappresentanti italiani presso i seggi istituiti dagli Uffici consolari.
Per essere ammessi al voto è necessario presentare entro il 7 marzo 2019 una domanda – indirizzata al Sindaco del Comune di iscrizione nelle liste elettorali e da presentare al Consolato italiano competente che poi ne curerà l’inoltro – che deve preferibilmente essere redatta utilizzando il modello allegato.
Le domande possono essere presentate all’Ufficio consolare secondo le modalità descritte nell’informativa in allegato:
a) Per posta elettronica all’indirizzo email varsavia.elettorale@esteri.it ;
b) Personalmente presso la Cancelleria Consolare negli orari di apertura al pubblico (dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00 ).


Informativa per elettori temporanei
Domanda temporanei

 

INFORMAZIONI UTILI E PRECISAZIONI PER L'UTENZA


Si evidenzia che l'art. 38 della Legge 18/1979 prevede che gli elettori residenti e iscritti all'AIRE, che NON abbiano optato per il voto a favore dei candidati locali, se rimpatriano possono esprimere il voto presso la sezione nelle cui liste sono iscritti. A tal fine, essi devono comunicare entro il giorno precedente quello della votazione, al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, che intendono votare nel comune stesso.
Tale procedura trova applicazione anche nei confronti degli elettori temporaneamente all'estero per studio o lavoro e dei loro familiari conviventi che, pur avendo presentato richiesta per votare presso le sezioni elettorali istituite dalle autorità diplomatico-consolari, abbiano invece successivamente deciso di rientrare in Italia per il voto.
Se l'elettore non è in possesso del certificato elettorale, stante la norma citata non potrà essere ammesso al voto in Italia. Nel caso in cui un elettore residente o domiciliato all'estero non riceva il certificato elettorale al proprio domicilio e intenda recarsi a votare in Italia, dovrà pertanto mettersi in contatto con l'Ufficio consolare competente al fine di richiedere un duplicato del certificato elettorale.

Qualora non presente nell'elenco elettori di quella rappresentanza, l'interessato potrà mettersi in contatto con il Comune per verificare se egli sia iscritto nelle liste elettorali come cittadino tuttora residente nell'anagrafe della popolazione di quel Comune: in tal caso potrà recarsi a votare in Italia senza ulteriori adempimenti.

Per ogni altra necessità di informazione, si prega di consultare la pagina dedicata del sito web della Farnesina, disponibile cliccando qui


152