Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Visita di Stato in Polonia del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano (10-12 giugno 2012)

Data:

13/06/2012


Visita di Stato in Polonia del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano (10-12 giugno 2012)

Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, accompagnato dalla consorte e, in rappresentanza del Governo, dal Ministro degli Esteri Giulio Terzi, ha effettuato una Visita di Stato in Polonia tra il 10 ed il 12 giugno 2012, un’occasione che ha permesso di rinsaldare ed intensificare la profonda amicizia italo-polacca, che si nutre di valori morali, culturali e anche religiosi comuni.
Appena dopo il suo atterraggio a Danzica, il Presidente ha deposto una corona di fiori ai piedi del monumento che commemora i lavoratori caduti dei cantieri navali di Danzica, “dove le aspirazioni del popolo polacco presero il volo per ispirare e guidare la rinascita di una Polonia libera, indipendente e democratica, affrancandola dalle catene di un gravoso passato". Egli ha quindi partecipato ad una colazione offerta in suo onore dal Presidente polacco, Komorowski. Nel pomeriggio, il Capo dello Stato ha assistito alla partita della Nazionale Italiana contro la Spagna, insieme al Presidente della Polonia e al Presidente della UEFA , per poi trasferirsi nella serata a Varsavia.

Nella giornata dell’11 giugno, nella capitale, ha avuto luogo la parte ufficiale della Visita: il Presidente Napolitano è stato ricevuto al Palazzo del Belvedere dal Capo di Stato polacco, con il quale ha avuto un lungo e proficuo incontro che ha permesso di confermare il valore strategico del rapporto italo-polacco. In seguito, dopo aver deposto una corona di fiori al monumento del milite ignoto ed aver preso parte ad una colazione offerta dall’Ambasciatore Guariglia nella sede dell’Ambasciata, a margine della quale ha incontrato il personale della Sede diplomatica unitamente a rappresentanze dei funzionari italiani che lavorano nell’Agenzia Frontex e degli studenti italiani del Collegio d’Europa di Natolin, il Capo dello Stato ha incontrato il Primo Ministro Tusk. Il Presidente Napolitano ha quindi deposto una corona di fiori presso il monumento a Francesco Nullo, garibaldino morto in Polonia nel 1863 combattendo per la liberta’ del Paese e, in serata, insieme al Presidente Komorowski ha inaugurato nella prestigiosa cornice del Castello Reale di Varsavia la mostra “Canaletto a Varsavia”,  in cui - accanto alla ricca collezione dei quadri di Bernardo Bellotto gia’ presenti nel Museo – sono stati esposti due dipinti di Antonio Canal, detto il Canaletto, zio e maestro di Bernardo Bellotto (detto anch’egli il Canaletto), provenienti dalla Galleria Nazionale di Palazzo Barberini a Roma e portati in Polonia dal Presidente Napolitano grazie al generoso contributo di Finmeccanica. Nella medesima cornice si è svolto, infine, il Pranzo di Stato offerto dal Presidente Komorowski in onore del Presidente Napolitano.

Il terzo giorno della visita è stato segnato dall’inaugurazione, da parte dei due Presidenti, di un Forum economico, cui hanno preso parte le principali imprese italiane e polacche protagoniste della cooperazione economica bilaterale. Particolarmente qualificata la rappresentanza italiana, con importanti imprese italiane rappresentate al livello di Amministratori Delegati. In occasione dell’evento sono stati distribuite copie della traduzione in italiano del Codice delle Società Commerciali della Repubblica di Polonia, curata dall’Avv. Claudia Fornari e del Dott. Marcin Spyra, edita da Giuffre’, e di una pubblicazione dedicata alle opportunità di investimento in Polonia, curata appositamente per il Forum dalla Societa’ KPMG. La parte conclusiva della visita è stata, infine, dedicata ad incontri con il Presidente del Sejm, Ewa Kopacz, e con il Presidente del Senato polacco, Bogdan Borusewicz.

Per maggiori informazioni circa la Visita di Stato, cliccare qui.


281